sabato 6 giugno 2009

Un regalo prezioso



Se volete fare un regalo particolare e prezioso dipinto a mano, direi che un set da tavola per il condimento è proprio un idea originale. Contiene un'ampolla per l'olio, una per l'aceto, contenitori per sale e pepe e un comodo cestino.
Come vedete dalla prima foto tutti i oggetti sono stati appena smaltati e presentano ancora i buchi lasciati dalla pinza usata per tenerli. Allora la prima cosa da afre è chiudere con precisione tutti i buchi con lo stesso smalto, usando un piccolo pennello. Per sapere qual'è il pennello giusto da usare leggete questo articolo:
Tutorial su i pennelli più adatti alla ceramica 



Sulla seconda foto vedete che tuti i pezzi sono pronti per la cristallizzazione e seconda cottura. Ho usato i colori apiombici (quindi non tossici) in polvere diluiti con acqua. Il disegno Raffaellesco ora è chiaro e blando, andrebbe via solo semplicemente toccandolo con il dito, ma quando esce dal forno (come vedete sulla terza foto) splenderà dei bei colori vivaci e brillanti, che non sbiadiscono neanche in lavastoviglie.





21 commenti:

  1. Splendidi, meravigliosi questi oggetti della tradizione! Sono decorati in modo veramente bellissimo! grazie per le spiegazioni...mi piacerebbe assistere alle varie fasi di lavorazione! chissà...un giorno forse!! Ciaoo

    RispondiElimina
  2. Come regalo è stupendo, è decorato con grande maestria! Buona domenica, Arianna!

    RispondiElimina
  3. mutionCiao.. Ma que bello lavoro!
    Amo dipingere in ceramica,é il mio lavoro qui a S Paulo -Brasil vedi mio blog:www.ceramicadalmondo.blogspot.com.
    Arrivederci..
    Zaza Lombardi

    RispondiElimina
  4. Yo adoro esto que tú haces!!! Es muy bonito!

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutti per la graditissima presenza e per i vostri complimenti. Un salutone:)

    RispondiElimina
  6. Wonderful ceramics. I never knew such beautiful ceramics even existed. thank you for sharing

    Whisper
    http://69whisper.tblog.com

    RispondiElimina
  7. Anche questo post è interessante e molto bello il decoro.
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Scusami, ti faccio ancora una domanda. I colori CAV di cui hai parlato per le ceramiche sono anche adatti alla porcellana (volendo evitare la procedura dei tre fuorchi)?
    Ciao

    RispondiElimina
  9. Always....everything its so beautifull!
    Bellissimo!!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Ciao Armadioblu, i colori che acquisto dal mio venditore di fiducia sono speciali per la ceramica. Sono apiombici e devono essere trattati con la cristallina (vernice che dona la brillntezza) prima della seconda cottura che può aggiungere la temperatura fino a 1280 gradi.Si possono usare anche per alcuni tipi di porcellana, ma per ottenere i massimi risultati si devono sempre usare i prodotti specifici per determinato tipo di manufatto. Poi ci sono anche i colori "a freddo" che non hanno bisogno della cottura, ma io li uso solo per i ritocchi e riparazioni. Un abbraccio e buon weekend:)

    RispondiElimina
  12. Sei prima nella classifica!!!! Complimenti e....non ti fermare proprio adesso per colpa dell'estate!! Desidero nuovi articoli tecnici....daiiiii!!! Bacioni

    RispondiElimina
  13. Eres una artista . Realmente preciosa toda esta cerámica y sobre todo las lámparas de mesa, me han encantado.
    Enhorabuena. Saludos desde España.

    RispondiElimina
  14. Grazie Martinia, sei un tesoro.
    Ciao e a presto

    RispondiElimina
  15. La ceramica per me e' una passione, quindi un vero piacere rispondere alle vostre domande, dubbi o curiosita'. Sono sempre a vostra completa disposizione. Grazie di nuovo per i complimenti, un abbraccio :)

    RispondiElimina
  16. Your blog is beautiful, the items are exquisite. I love the way the photograph's show every piece makes you think you could touch every piece.

    RispondiElimina
  17. Complimenti! sono veramente molto belle e ben fatte le tue opere traforate. Anch'io faccio ceramica bianca traforata: piatti e lampade.
    http://www.manifatturaaldrovandi.it
    Anna Maria Aldrovandi

    RispondiElimina

ShareThis