domenica 18 dicembre 2011

La Nativita' dipinta sulla mattonella di ceramica


Il mio dipinto del presepe e' semplice ma essenziale. Le figure sono ben definite e sobrie. Ho usato pochi colori senza sfumature ne' troppi particolari.  Le loro forme sono raccolte con le pennellate morbide.  Sono illuminate soltanto dalla piccola stella . Raffigurano con grazia il simbolo della festa di Natale : La nascita di Gesu'.



Con questa Nativita' ho voluto rappresentare un momento per noi Cristiani molto importante che e' Il Santo Natale. Approfitto con l'occasione per augurare a tutti Voi felici e serene Festivita'.

venerdì 11 novembre 2011

Piastrelle di ceramica decorate a mano


Ho dipinto le piastrelle di ceramica con dei 
decori tipici della tradizione maiolica di Deruta

Misurano 15cm per 15cm e sono perfetti per rivestimento del bagno, cucina, camino, tavolo. Una singola mattonella si puo' anche incorniciare, cosi diventa un quadretto da appendere sul muro, oppure si puo' usare come poggia pentola e macchinetta del caffe'.






Naturalmente ci sono anche altre misure, che saranno adatte per incorniciare lo specchio o vassoio.Vengono molto utilizzate nei bagni per rivestire le pareti e spesso anche per le vasche da bagno.In questo modo si valorizza moltissimo l'arredo personalizzando gli ambienti di casa.







Contattatemi per avere  delle altre informazioni.

domenica 19 giugno 2011

Collezzioni ceramiche : decorazione floreale

Vorrei rispondere a una domanda che mi e' stata fatta :E' possibile utilizzare lo stesso decoro per tanti oggetti di ceramica diversi? Per la  risposta basta  guardare le mie foto.


Vedete che un decoro che ho scelto con i "fiori a fantasia blu" si adatta benissimo per diverse forme grandezze e utilizzo della ceramica: 



  
 




 
bomboniere, ecc...

La decorazione si addice bene per tutto, sia per coprire l'intera superfice di un oggetto, cosi come soltanto per i bordi, ad esempio nel caso di orologio da muro.




In questo modo si possono completare  vari oggetti di uso domestico, oppure creare una collezione di oggetti ornamentali che sono uniti dalla stessa decorazione.




Decorazione che ho chiamata "fiori di fantasia blu", e' soltanto un esempio dei diversi decori che faccio, e che ho presentato precedemente nel questo blog, che puo' essere adattata a svariate forme di ceramica.






Se siete interessati a qualche oggetto che dipingo, posso  comissionarlo con un piccolo contributo.











martedì 3 maggio 2011

Il piatto ornamentale con il putto



Il protagonista del piatto che ho dipinto e' un bambino nudo dai capelli biondi, che cerca di prendere un frutto dell'amore. La frutta nel cono e' collocata proprio alla portata della sua mano e da idea di essere sostenuta e offerta dai fiori e loro fantasiose foglie.  Brillanti e intensi i colori blu e azzurri con le sfumature gialle creano un atmosfera di pace, prosperità, svago e amore romantico.


Infatti il putto come Dio dell'amore portera' buona fortuna e buon auspicio per il futuro  a colui,  che lo portera' con se a casa.


Se invece siete interessati a disegnarlo da soli, richiedetemi liberamente lo spolvero già pronto da copiare con questo decoro.

venerdì 22 aprile 2011

Arte ceramica : Crocifisso dipinto sulla mattonella

                                                                                                                                                                 .
     Vi presento  il mio dipinto sulla mattonella  di ceramica con la rappresentazione  della  figura di Gesù Cristo messo in croce.  Il simbolo pasquale nella religione  Cristiana della passione di Gesù.  Il quadro di ceramica e'  contornato da  una cornice  in legno a misura  49 cm x 32 cm .





In occasione dell’imminente Pasqua vorrei fare a tutti i miei sinceri e affettuosi auguri, spero che questo giorno di festa porti nei cuori un po' di serenità in più per aiutarci a migliorarci:)

venerdì 15 aprile 2011

Caffe' in una tazza di ceramica dipinta a mano

 Alla domanda, come preparare bene un buon caffe',  rispondo :
  in una tazzina di ceramica dipinta a mano.
Per fare questo bisogna preparare e dipingere le tazzine di ceramica con il loro vassoietto.

Per prima cosa si devono foggiare le tazzine, vassoio e zuccheriera di argilla e lasciate essiccare per alcuni giorni.



Prima cottura
Dopo la fase di essiccazione gli oggetti allo stato di  "biscotto" vengono cotti per la prima volta a circa 1000°C per 5 ore. I manufatti acquistano un colore rosato e una struttura consistente e porosa.


Smaltatura
Per poter dipingere le tazzine e vassoio dobbiamo prima smaltarli. La smaltatura rende gli oggetti impermeabili e deve essere eseguita in questo caso a spruzzo. Non bisogna dimenticare di chiudere con il pennello eventuali buchi lasciati dalla pinza per la smaltatura.


Lo spolvero
Per facilitarsi e distribuire bene ciò che vogliamo dipingere possiamo usare lo spolvero. Ho preparato lo spolvero con il disegno di una  gallina e l'ho riportato su tutte le tazzine, come anche il disegno di un gallo che ho gia' dipinto precedentemente sui vari piatti di portata.




Pittura 
Per ottenere ottimi risultati in ceramica bisogna immaginare gli accostamenti dei colori e capire se le tonalità che si usano stanno bene insieme, perché la caratteristica dei colori ceramici è quella che cambiano il colore dopo la cottura. Allora per non sbagliare, ci si può servire di una mattonella cotta con sopra dipinti i colori numerati. Considerate anche, che le pennellate devono essere veloci e precise, perchè il pennello impregnato di colore appena viene appoggiato sullo strato di smalto è quasi subito assorbito.


Cristallina
Terminata la pittura bisogna spruzzare su tutta la superficie dell'oggetto la cristallina. E' un rivestimento vetroso e trasparente, che serve a dare la lucidità, brillantezza ed  impermeabilita' agli oggetti che ora sono pronti per la seconda cottura.


Seconda cottura
Lo scopo della seconda cottura detta  "bello" è di fondere lo smalto e i colori applicati dopo la prima cottura,  fissare  la decorazione, impermeabilizzare e acquistare la durezza. Avviene ad una temperatura del forno a circa 920-940° C a seconda dei fondenti utilizzati .



Le galline con il loro gallo sono molto carine , ma se qualcuno preferisce altri animali come ad esempio .... i draghi -- nessun problema, eccoli  qui : " Hey, fermati a prendere un caffe' con la tazza dipinta da me! "


Se l'articolo vi e'  piaciuto oppure avete delle domande,  lasciatemi  un commento.

mercoledì 6 aprile 2011

La differenza tra ceramica e maiolica



Vorrei rispondere a una domanda della lettrice, che mi ha chiesto : "qual'e' la differenza tra la ceramica e maiolica?"

La parola ceramica e' un termine generico e  spesso erroneamente utilizzato per disegnare le tipologie di ceramica più popolari come porcellana, gres, maiolica e terraglia. E' un impasto ricavato in genere dall'argilla mescolata a caolina. Può essere grezza, utilizzata per vasi, ma anche per sanitari, piastrelle del bagno, lame di coltelli, che non hanno bisogno di essere affilati mai, ed anche  pannelli per il rivestimento dello space shuttle. 

La ceramica comprende anche tegami, padelle, il vasellame, le statue e statuette e gli elementi da costruzione.
Secondo varia natura della terra e degli ingredienti  aggiunti a formare  impasto,  rivestimento e tipo di decorazione, varia anche la temperatura del forno per la cottura.




La maiolica invece puo' definirsi tale, solo se è fatta e dipinta a mano. Ci si fanno piccoli e grandi oggetti ornamentali e di uso domestico. Dalle lampade, vasi, portaombrelli,  piatti, brocche, mattonelle, ziri. Ci sono tre passaggi fondamentali che identificano questo metodo decorativo:

  •  l'oggetto biscotto (cioè già cotto una prima volta) viene smaltato, 
  • "decorato soprasmalto" 
  • e spruzzato di un sottile strato di cristallina-vetrina trasparente (fase caratterizzante) e portato alla seconda cottura di circa 930 gradi detta "bello".. 


Sulla foto e' un esempio di un piatto ornamentale di maiolica, da mettere sul muro, che ho dipinto ultimamente. E'  un decoro di fantasia con eleganti colori blu, verde, arancione e giallo. La composizione presenta un intreccio figurativo delle morbide linee e colori caldi, che partono dal punto centrale del piatto.


Curiosita' :
La prima tavoletta di maiolica antica è stata trovata a Minorca nel 1903.

martedì 29 marzo 2011

Le bomboniere di ceramica dipinte a mano




Novità per la bomboniera di ultimo grido: la scatolina in ceramica  come un contenitore per i confetti abbinata ad un oggetto diverso di ceramica dipinta a mano.





Per chi cerca le bomboniere uniche  e non vuole usare il solito classico fazzoletto, la soluzione e' questa di usare una piccola scatolina di ceramica bianca lucida, come porta confetti.




La scatolina che sostituisce il solito tradizionale fazzoletto  puo'  avere varie forme : tonde quadrate ovali, come anche potrebbe avere una delicata decorazione in rilievo sottosmalto.




La confezione viene perfezionata con nastri  personalizzati, con il nome degli sposi e data dell'evento.





La piccola scatolina bianca potrebbe essere abbinata ad un oggetto un  pochino piu' grande sempre di ceramica, ma dipinto a  mano, come questi che ho realizzato e vedete sulle foto.





Il successo di questo abbinamento per il Vostro evento e' garantito, percche' è dovuto all'eleganza ed originalità del materiale.




Chi non vorrebbe ricevere un oggetto così raffinato, piacevole da usare o da tenere in casa come elemento decorativo, a ricordo della cerimonia?





 Tutti oggetti che dipingo, sono  realizzabili su ordinazione. Posso fare qualsiasi disegno da voi ordinato su qualsiasi oggetto.  Se volete avere altre informazioni,  suggerimenti o consigli,  contattatemi :)


sabato 19 marzo 2011

Piatti di portata in maiolica dipinti a mano




Ho dipinto tre piatti di portata con i limoni, papaveri, ciliegie e girasoli. Sono perfetti per portare a tavola la frutta, ma anche le vostre diverse pietanze preferite. Hanno tre piccole tondeggianti gambe, che rendono i piatti particolarmente  eleganti e graziosi. I colori usati : gialli, arancioni, bruni, verdi e rossi, sono stati scelti con grande cura.



Come usare bene i colori per maiolica
Io uso sempre i colori apiombici in polvere sopra lo smalto, sotto cristallina, adatti per la cottura a  930 gradi. Dopo l'acquisto li metto subito nelle ciotoline con  l'acqua e li mescolo molto bene. Per pitturare li stendo sul piattino: uso un piattino diverso per ogni colore e per mischiarli ho la mattonella di ceramica. Durante la decorazione uso sempre un pennello diverso per ogni colore. 

Per stendere bene i colori bisogna prestare attenzione a non diluirli con troppa acqua, perché si potrebbero formare delle bollicine o buchi dopo la cottura. Invece quando il colore viene usato troppo denso, dopo la cottura forma delle piccole crepe.



I pennelli adatti per questo decoro
Vi consiglio sempre di usare  pennelli di buona qualita'. Io mi trovo meglio con i pennelli in pelo di martora kolinski siberiana. Ho anche alcuni pennelli di voio con penna d'oca, che  sono piu' morbidi e elastici in assoluto. Purtroppo durano poco e costano di piu'. Ho scritto anche un: Tutorial sui pennelli piu' adatti per la pittura della ceramica.

Mi piacciono i pennelli morbidi proprio per il mio personale stile di pittura:  morbido, leggero e delicato. Pensate che ogni tanto mi capita, che durante la decorazione il pennello mi cade per terra, per come lo tengo leggero tra le dita e non me ne accorgo.




Che ne direste di leggere un altro articolo a caso del blog? Potreste trovarlo utile ed  interessante:

domenica 20 febbraio 2011

Decorazione di un piatto in ceramica

Vi presento una classica decorazione detta „Vario”, per un piato di 26cm. con le tonalita' blu, azzurre e gialle. Una originale composizione delle morbide precise linee che si compongono in un disegno fantasioso. Tutto insieme crea un gioco di disegni geometrici e colori brillanti, che richiamano la nostra attenzione. Un piatto dipinto cosi, vuole un posto principale sul mobile di legno in stile arte povera, sul muro rivestito di vere pietre, oppure sul tavolo di cristallo tutto trasparente.
La difficolta' di questa decorazione consiste nella precisione in cui collocare tutti i particolari. E' necessario prima di pitturarlo tracciare con la matita i filetti . Guida su come eseguire i filetti :
Avendo i filetti gia' pronti possiamo usare lo spolvero. Come va usato lo spolvero, lo trovate nel mio articolo:

Infine prima della cottura a 930 gradi, va data una giusta spruzzata di cristallina ed ecco il mio piatto dopo tre ore di pittura e' pronto come lo vedete sulla foto.
Vi invito a seguire la mia paggina di facebook e a lasciarmi i consigli e suggerimenti.

domenica 6 febbraio 2011

Maiolica artistica: figure rinascimentali

Ho dipinto due piatti con delle figure rinascimentali. Uno uomo e l'altro donna. Questa coppia e' diversa dalle  altre che ho gia' presentato un po' di tempo fa proprio  per le loro dimensioni. Sono di  26 cm di diametro, per cui dipingerli e' stato di notevole difficolta proprio delle loro piccole dimensioni. I volti sono contornati di un decoro in stile "Ricco Deruta" e collocati nelle cornici di legno in stile arte povera.





Per il decoro Ricco Deruta si usano cinque colori caratteristici  che lo rendono unico e riconoscibile nel mondo dell'arte.
Sono colori siglati CSM (sopra smalto), e colori CAV (apiombici ventilati) sono trattati finemente e quindi più facili da stendere, hanno una resa migliore:

verde pavone CAV 12450
blu severe
seppia CSM 141
giallo CSM 18
arancio CSM 35
rosso carminio CSM 7
Il segreto di rendere il rosso più elegante e bello sta nel mischiarlo e ben girarlo con l'arancione, nella stessa proporzione e mescolandolo accuratamente.
Per questo tipo di decoro uso lo spolvero, per avere la sicurezza di programmare il decoro su tutta la superficie. Se volete dei consigli su come preparare lo spolvero consultate : " LO SPOLVERO ".
Oppure se lo volete gia' pronto per questo come per altri decori, sono a vostra disposizione.

giovedì 27 gennaio 2011

Guida sulla preparazione dello smalto

Lo smalto e' un rivestimento vetroso, puo'essere trasparente o  coprente, incolore o colorato. 
Ha tre elementi essenziali:

  • Elemento vetroso(silice, quarzo, feldspato, potassico) che costituisce la parte vetrosa dello smalto
  • Elemento refrattario(allumina, caolino, zinco, stagno) che rende la struttura dello smalto piu' vischiosa e resistente
  • Elemento fondente (piombo, borace, sodio, calcio) che abbassa il punto di maturazione dello smalto, quindi impedisce che l'ossido metallico contenuto nello smalto bruci per l'elevata temperatura

Formula dello smalto:
  • 25kg di smalto lucido apiombico del tipo SLA3
  • 7,5kg di smalto apiombico leggermente grigio (effetto pietra) del tipo TTCI500
  • 6kg di smalto lucido apiombico del tipo SLA271
  • 0,6 di materiale argilloso (caolino)

Chiaramente, rispettando le proporzioni, e' possibile preparare piu' o meno lo smalto.

         Preparazione dello smalto 
Materiale necessario:
2 conche di plastica dura
1setaccio da 1200
1 pala di legno

Quindi si passa alla preparazione vera e propria : immettere in una delle conche le polveri elencate sopra, poi aggiungere tanta acqua fino a coprire il tutto (solitamente 1kg. di polvere  = 1 litro di acqua)
Lasciare il tutto a riposare per 24/ 48 ore, quindi mescolare con la pala di legno avendo cura di sciogliere molto bene lo smalto (che troverete molto denso all'inizio). Successivamente preparate sulla seconda conca il setaccio e travasare lo smalto sciolto usando un boccale  di plastica.

Lo smalto setacciato e' pronto per l'uso.

Su un bicchiere o una mattonella effettuate le prove per lo spessore che dovra' essere di circa 0,5 - 1 mm (incisione di un unghia)

Potete applicare lo smalto per immersione usando una "pinza per smaltare" (vasi e varie forme dei  oggetti da coprire) o per colaggio (con getto rapido e deciso su mattonelle). Si puo' inoltre applicare lo smalto con l'aerografo  (girare l'ogetto in tutte le direzioni e spruzzare piu' mani di smalto considerando il fatto che per l'aerografo la mistura deve essere piu' liquida.



Come procedere :
  1. Prima di smaltare togliere la polvere dall'oggetto con la spugna leggermente bagnata.
  2. Mescolare bene lo smalto
  3. Immergere l'oggetto nello smalto (oppure spruzzare)
  4. Togliere lo smalto dall'oggetto nella parte che poggera' nel forno con una spugna apposita imbevuta di acqua
  5. Chiudere eventuali buchi della pinza con il pennello e smalto.

L'esperienza vi fara' capire quando aggiungere o togliere acqua allo smalto per i vari oggetti da coprire. Dopo aver finito di smaltare pulire sempre i bordi e le pareti della conca avendo cura di non sporcare lo smalto.

Spero che queste  informazioni sono stati utili.  Vi invito a lasciare il commento e diventare fan della 

sabato 22 gennaio 2011

Pulcinella raprasentato in maiolica




Ho dipinto sul piatto di ceramica una mia rivisitazione dell' antico disegno della scena popolare con il Pulcinella

Pulcinella è una maschera napoletana della commedia dell'arte, fra le più popolari e simpatiche. Impersona lo spirito genuino, fatto di arguzia, di spontaneità, allegria e di generosità. Appare sulle scene nelle vesti di un servo furbo e si adatta a fare di tutto.

La scena del piatto stuzzica la fantasia. Possiamo immaginare che Pulcinella con l'aiuto dei suoi colleghi, cerca di convincere la ragazza di lasciar perdere il suo spasimante, parlandone come se fosse un buono a nulla e non all'altezza di lei. Pulcinella e' un po' mattacchione pronto a tramare qualche imbroglio o a fare dispetti. Per far piu' credibili le proprie ragioni gesticola energicamente, ma la ragazza non sembra essere molto impressionata. Quindi la discussione si prolunga...
Questo naturalmente e' solo il mio pensiero. Secondo voi Pulcinella riesce ad essere convincente con sue idee?:)

Questo piatto e' un pezzo unico nella mia collezione. Il suo diametro di 25 cm, e' collocato in una cornice di legno in stile rustico, con un' ottima rifinitura dei solari e allegri colori del dipinto.
Vi consiglio di vedere :

sabato 15 gennaio 2011

Zuccheriere in maiolica artistica




Sono appena uscite dal forno due zuccheriere. La piu' grande con la decorazione "Ricco Deruta" ha un diametro del contenitore di 8cm ed il coperchietto di 10cm.
La piu' piccola decorata con un fiore di fantasia ha un diametro di 7cm e il coperchio della stessa misura.
I colori sono apiombici, adatti per alimenti, belli brillanti e decisi.
Staranno meravigliosamente bene con  diverse tazze da te e tazzine da caffè anche in stile moderno. Adesso va molto di moda l'abbinamento artistico  di differenti stili. Una zuccheriera con decoro artistico oltre ad addolcire le bevande, addolcisce anche lo spirito.



I  contenitori e recipienti di ceramica, sono stati usati dall'uomo da millenni, addirittura dall'età neolitica.La pittura su ceramica invece si fa risalire solo all'età eneolitica (5000-4000 a.c.) e sembra abbia avuto origine in Mesopotamia; la ceramica e'  piacevole al tatto, resistente in lavastoviglie, rende il cibo piu' salutare. Una volta  provata non potremo farne a meno.

Come sono venute queste zuccheriere?
Subito al primo sguardo si vede che non hanno ne difetti, sbavature, crepe o altro. Anzi, direi che sono quasi perfette! Piacciono pure a voi? Sono curiosa delle vostre osservazioni ed eventuali suggerimenti. E non dimenticate di diventare fan della mia
pagina sul facebook :)

ShareThis