venerdì 15 maggio 2009

Il traforo



Il traforo viene eseguito con i bisturi sulla forma di argilla ancora umida (durezza cuoio) indispensabile per dare trasparenza alla ceramica. E' il protagonista della plafoniera, predomina sul decoro mettendo in risalto i movimenti di luce. I disegni variano dal floreale al geometrico e la luce passandovi attraverso crea attraenti giochi di luce e ombra. Il processo di lavorazione è lungo perché questi trafori sono particolarmente fragili e devono rimanere coperti sotto i teli di plastica per una lenta e graduale essiccazione. Si utilizzano tre diversi tipi di argilla:
1. terraglia (argilla bianca)
2. terracotta grezza
3. terracotta coperta con uno strato di argilla bianca, che lascia trasparire la terracotta.
Poiche' gli oggetti traforati sono fragili, delicati e facilmente subiscono le lesioni, la loro lavorazione deve essere eseguita ad regola d'arte:
  • Bisogna usare sempre l'atrezzo giusto per il tipo di oggetto, tipo di taglio e foro.
  • Dopo averne tirato la forma desiderata, si dovrebbe attendere almeno un giorno per cominciare a traforarla.
  • I trafori non devono essere troppi come numero, e neanche tropo grandi, rispetto la grandezza del pezzo.
  • Un oggetto traforato essendo indebollito nella sua struttura rispetto ad un oggetto non forato, e' piu' sensibile rispetto ad un oggetto classico, quindi ancora di piu' ha bisogno di un'atmosfera di essiccazione stabile, non troppo umida, non troppo calda e un posto dove non ci siano correnti d'aria calde o fredde.
La cottura avviene a 970 C. Gli oggetti decorati con colori e poi smaltati vengono cotti una seconda volta alla stessa temperatura.

14 commenti:

  1. Bellissimo il traforo, mi piacerebbe vedere il lavoro finito, cioè anche decorato!patiodd

    RispondiElimina
  2. Complimenti Marta! Dalla foto sembrano veramente perfetti!
    Da noi in fornace vengono spesso a far cuocere vasi e altri oggetti fatta con questa tecnica, e concordiano con te, è una tecnica che richiede molta delicatezza e cura per non far rompere il pezzo!

    RispondiElimina
  3. Want to have portrait caricature of me by photographs ? Send me your photos /paveljakubec@gmail.com/

    RispondiElimina
  4. ☼(¯`•.¸Ciao Martinia... bella paginetta la tua... , ... che il sorriso ti accompagni sempre... mandi mandi ...Loris.,¸¸,•´¯)¸.•* ``°º¤ø,¸¸,•`°º¤ø,¸¸,.•**•.¸¸,.•*`°`’’`

    RispondiElimina
  5. Sempre sorprendenti le tue proposte! Molto interessante conoscere le particolari esigenze di cottura...grazie di condividere con noi le tue conoscenze! Ciao

    RispondiElimina
  6. Bel blog, ci sono anche le famose ceramiche Deruta! Buona domenica, Arianna

    RispondiElimina
  7. @Arcobaleno. Questo tipo di lavorazione della ceramica potrebbe essere finito gia' cosi, alla sua forma grezza, oppure smaltato, decorato e successivamente cotto per la seconda volta. Tutto dipende dai gusti e dall'uttillizo che si vuole fare. Una plafoniera, porta candele, centrotavola traforati staranno benissimo in un ambiente rustico oppure all'aperto. Invece i piatti traforati, smaltati e decorati possono creare una bella collezione pregiata da salotto.Un salutone grande, carissima:)

    @Fornnace Artistica.E proprio perché una tecnica di lavorazione, che richiede molta cura, esperienza e conoscenza della materia permette di creare i oggetti unici, pregiati e molto belli.Un abbraccio e saluto grandissimo:)

    @Pavel Jacubec. I love your work.You are great artist!:)

    @sauvage27. Sono felice che gradisci la mi paginetta, un sorriso tutto per te e complimenti per la bellissima scrittura:)

    @Decoratrice Italiana.Grazie a te, carissima per la tua graditissima presenza e i tuoi preziosi consigli che seguo sempre:)

    @Arianna. Ho frequentato una rinomata Scuola d'arte ceramica: Romano Ranieri di Deruta. Quindi creo e dipingo le mie ceramiche in stile Derutese, oppure con decorazioni sviluppati da me. Complimenti per le tue stupende tele, mi piacciono molto, un abbraccio:)

    RispondiElimina
  8. Ciao Marta! Sono Claudia di casa cuori colori: grazie per esserti aggiunta ai nostri lettori! Che meraviglia i tuoi lavori: un elogio alla finezza! Bravissima!
    Claudia

    RispondiElimina
  9. Grazie a Te cara Claudia, e benvenuta!:) Un abbraccio:)

    RispondiElimina
  10. Hi Marta,
    congratulations...very beautiful
    work...i loved your plates!
    Big hug


    visit my blog:
    www.ceramicaedicaolimitada.blogspot.com

    RispondiElimina
  11. Thank you Vera, I just visit your blog, and I love your ceramic.Hope you have a great time ,happy bloging:)

    RispondiElimina
  12. Complimenti, sono lavori molto belli ed eleganti.
    E' bello anche il fatto di dare dei suggerimenti agli inesperti, questo significa avere un'anima buona.
    Ho letto il procedimento del piatto, vorrei suggerirlo ad una mia amica, però non ho capito se dopo l'immersione nello smalto bianco, l'oggetto deve avere per forza una Seconda cottura prima di decorarlo con i colori in polvere del III fuoco.
    Ossia può bastare (volendo una pocellana non lucida): Prima cottura, segue immersione nello smalto, poi decorazione con i colori in polvere e quindi una seconda cottura e basta?
    Ti ringrazio anticipatamente e rinnovo i complimenti.
    Ciao

    RispondiElimina
  13. Caro Armadioblu, grazie per i complimenti:)Il procedimento classico è proprio come hai descritto Tu. Basteranno due cotture. Naturalmente dopo la prima cottura l'oggeto di ceramica allo stato di "biscotto" viene smaltato, poi decorato con i colori in polvere diluiti con acqua e prima di metterlo nel forno per la seconda cottura va cristallizzato ( come ho già spiegato negli precedenti articoli) Successivamente se si vuole aggiungere all'oggetto colori di risalto come il rosso rubino o impreziosirlo con particolari effetti cromatici iridescenti, di colore giallo oro e argento, bisogna eseguire una terza cottura. Se hai altre curiosità o domande, fammi sapere. Un salutone e a presto:)

    RispondiElimina
  14. Grazie Martinia, sei stata gentilissima e ti ringrazio tantissimo.
    La tua disponibilità mi conferma la natura bella del tuo animo.
    Buone cose e a presto
    Ciao

    RispondiElimina

ShareThis