mercoledì 29 dicembre 2010

Happy New Year 2011



Un anno pitturato sta per esser incorniciato, un nuovo anno da paura sta aspettando la tintura ; se vuoi un anno ancor piu' bello lascia libero il pennello a mescolar caldi colori perche' disegni giorni migliori !


mercoledì 22 dicembre 2010

Natale 2010

La stella, il presepe, l'albero, il panettone, gli amici, i parenti, le serate in compagnia delle persone che ami, la partitella a carte, la gioia, l'amore, ed anche il mio amante del piatto con il suo cappellino rosso ...  non c'è dubbio è proprio Natale. 




Spero che sotto l'albero, oltre a molti regali, quest'anno riceverete tanto affetto e serenità. Tanti auguri di un buon Natale e felice Anno Nuovo




Świateczne życzenia od:
Artystyczna  ceramika  italiana  Marta

sabato 4 dicembre 2010

Decorazioni maioliche : bigiotteria dipinta a mano


Sono oggetti piccolissimi di soli 3 cm di lunghezza, scomodi da dipingere e manovrare. Durante la loro lavorazione bisogna mettere tanta cura e meticolosita' per non correre il rischio di ottenere delle sbavature o difetti. Sono realizzati in terra bianca, senza ulteriore smaltatura e usando la piu' piccola misura dei pennelliLa  loro bellezza  racchiude tutta la pazienza, capacita' e fatica che l'arte della ceramica richiede.


Orecchini pendenti
Il loro caratteristico decoro di Deruta  e' stato dipinto, con la massima cura nei dettagli. Le linee curve si appoggiano in modo regolare una sull'altra , quasi imitando le onde del mare, creando un pianificato ordine artistico. 


Ciondolo con uccellino
Minuscolo uccellino di fantasia con tanti colori e sfumature rispecchia la delicatezza e graziosa gentilezza, sussurrando due grandi parole "Ti amo". Regalandolo insieme con questa dichiarazione, sara' per sempre un ricordo di un'occasione speciale. 


 Ciondolo con pavone
Per essere usato  ha bisogno di  valorizzazione con una montatura d' oro oppure argento completa di una catena. Sicuramente un'orefice sara'  in grado di soddisfare questa richiesta senza nessuna  difficoltà. La piastrina cosi aggraziata acquisterà' un valore di un gioiello di alta oreficeria, come unica ed irripetibile.

Per sapere i colori piu' adatti che servono per questi decori vi invito a leggere anche questi articoli:
Immaginare la decorazione
Colori

Invece per quanto riguarda i pennelli posso consigliarvi:
Tutorial su i pennelli piu' adatti alla pittura della ceramica
Se non volete perdere nessuna nuova proposta, vi invito a iscrivervi ai Feed del Blog, cosi arriveranno direttamente nella vostra email tutti i miei nuovi articoli.

domenica 28 novembre 2010

Decorazioni ceramiche: i segnaposti in terracotta per le feste


Il pranzo di Natale, il cenone di  Capodanno, la Prima Comunione come anche altre feste avranno un aspetto più allegro e molto piu' elegante con i simpatici segnaposti di  terracotta.



Le nostre tavole festive sono molto ricche e lo spazio spesso è quello che è. Il centrotavola può essere ingombrante e togliere il posto a bottiglie, bicchieri e piatti di portata. Ma il segnaposto è così piccolo, carino che secondo me e' irrinunciabile.
Oltre a dare un tocco di classe, organizza il nostro tavolo in modo tale che siamo sicuri di mettere vicino le persone giuste, senza dover invitarle di accomodarsi personalmente.


I segnaposti sono fatti a mano di terra rossa con fiorellini di terra bianca. La scritta del nome viene aggiunta dopo la cottura dell'oggetto con il pennarello per la ceramica. Sono  realizzabili su ordinazione.

Per altre informazioni, suggerimenti o consigli contattatemi anche sulla mia FanPage di facebook

domenica 21 novembre 2010

Ieri amanti oggi guardoni


Queste due figure Rinascimentali un tempo erano amanti e oggi sono condannati ai soli sguardi per l'eternita' . Cosi come i due piatti che ho gia' descritto in precedenza raffiguranti sempre due nobili del tempo:
"Uomo e donna nell'arte italiana in stile derutese"
La decorazione della parte interna e' figurativa e la parte esterna e' decorativa detta "Ricco Deruta" che racchiude e impreziosisce le due figure.
Sono dipinti su piatti di diametro 42 cm con i colori classici sotto cristallina per la ceramica.
Inseriti in un arredamento classico impreziosiscono il nostro ambiente, ci regalano  l'atmosfera giocosa ed elegante.




Se volete reallizare da soli questi classici decori potete richiedermi lo spolvero gia' buccherellato e pronto per la pittura. Per altre informazioni, suggerimenti o consigli contattatemi anche sulla mia 
FanPage di facebook dedicata a questo Blog.

venerdì 29 ottobre 2010

Decorazione maiolica:prima e dopo la cottura

Decorazione prima della seconda cottura
  • Chiudere accuratamente i buchi sullo smalto lasciati dalla pinza con il pennello morbido
  • Posizionare bene lo spolvero al centro del piatto con i forellini ruvidi verso l'alto e trasferire il decoro sullo smalto dell' oggetto.
  • Preparare e girare i colori nelle ciotole, i piattini piccoli e brocca con l'acqua pulita, mescolandoli spesso
  • Scegliere i pennelli giusti di varie grandezze per questa decorazione e per capire quali soni i migliori, piu' adatti alla pittura della ceramica consultate:
  • Rifinire i bordi del piatto da eventuali scorticature
  • Aspettare che il piatto si asciughi
  • Cristallizzare tutto l'oggetto con la modalita' di spruzzo
  • Infornare l'oggetto e portare il forno ad una temperatura di 920- 940° C, a seconda i fondenti utilizzati .

Per questo decoro vi posso consigliare
-verde pavone CAV 12450
-blu severes CSM 54
-bruno seppia CSM 141
-giallo CSM 18
-arancio CSM 35
-rosso selenio
-rosa CSM 27

Dobbiamo ricordare che ci sono alcuni colori che prima della loro cottura sono totalmente diversi da come escono dal forno successivamente. Per esempio il verde ramina in polvere risulta nero, dopo la cottura sull'oggetto si fissa come verde. Altri colori hanno le varie tonalità di viola e soltanto dopo la cottura, acquistano il loro vero colore e brillantezza.

Lo scopo della seconda cottura detta "bello", è di fondere lo smalto, i colori applicati dopo la prima cottura, fissare la decorazione, impermeabilizzare e acquistare la durezza.
La cosa importante è usare i prodotti di buona qualità, in modo che il nostro lavoro risulti più facile e piacevole.

Curiosita'
Il gallo nella tradizione polacca rappresenta buon augurio e porta fortuna, viene usato spesso e volentieri nei vari decori popolari.


Se avete domande o richieste potete lasciare un commento o scrivere sulla FanPage di facebook dedicata a questo Blog.





Ho raccolto una grande quantità di spolveri con dei vari disegni classici di Deruta che si adattano ad ogni oggetto di ceramica. Sono in grado di eseguire ogni vostra richiesta anche con i decori da voi personalizzati. Posso fare qualsiasi disegno da voi ordinato su qualsiasi oggetto. Se volete avere altre informazioni, suggerimenti o consigli, contattatemi

sabato 24 aprile 2010

Country painting in arte ceramica

La Country painting è una pittura di origine contadina che affonda le sue radici in quella Folk (popolare) diffusa soprattuto nei paesi del nord Europa e in America.
E' una tecnica di pittura semplice, alla portata di tutti in quanto non occorre sapere disegnare, nè tantomeno essere dei maestri del colore per indovinare le giuste sfumature.
Per ottenere buoni risultati è sufficiente rispettare alcune regole: i colori devono essere dati in modo uniforme e devono rimanere vivi, brillanti e puliti. Le luci e le ombre in pittura della ceramica si possono ottenere sfumando i colori con l'acqua.
Il piatto con il gallo, spighe di grano e papaveri sulla foto ha 31cm di diametro. Con la sua forma originale e' particolarmente adatto per contenere le uova o la frutta e potrebbe essere uttlilizzato sia come sopramobile o anche come porta pietanze da servire a tavola.





Trucchi del mestiere:
  • tenere i colori diluiti con acqua nelle ciotoline di ceramica
  • mescolare spesso i colori
  • per evitare i grumi si puo' aggiungere nel colore un pochino di aceto
  • lasciare ad asciugare i pennelli in posizione orizzontale
  • prima della pittura spruzzare la superficie smaltata con acqua
  • l'oggetto dipinto si lascia asciugare anche per un mese, prima della cottura
  • eventuali errori vanno eliminati grattando la superficie con un piccolo coltellino
  • cerchi e bordi vanno pitturati con l'uso del tornio
  • la parte ruvida dello spolverro va appoggiata sull'oggetto sempre verso l'alto
  • la temperatura del forno deve essere adeguata al tipo di colore

Dla zainteresowanych polecam:
Artystyczna ceramika italiana Marta

mercoledì 7 aprile 2010

La lavorazione dell'argilla: primo passo per ottenere un prodotto finale perfetto

Per rispondere alla domanda di una lettrice, che mi chiedeva da che cosa dipende la brillantezza dei colori, dovrei partire proprio dall'inizio, quindi dalla lavorazione e modellazione dell'argilla. Quindi per poter ammirare il prodotto di prima qualita' e senza alcun difetto dobbiamo seguire con la massima precisione tutte le tecniche e passaggi della lavorazione. Non possiamo permetterci di non curare con la stessa meticolosita' ogni singolo passaggio della lavorazione. Anche solo una fase lavorativa sbagliata o non curata abbastanza portera ad un prodotto finale difettoso.

La ceramica può essere sottoposta a processi molto diversi a seconda della tipologia del prodotto che si vuole ottenere.
Solitamente la lavorazione della ceramica comprende:

* selezione dell’argilla, a seconda delle caratteristiche che presenta e che si vogliono ottenere alla fine del processo

* preparazione dell’argilla: stagionatura, lavatura e depurazione, per togliere impurità e per affinarla

* impasto dell’argilla per eliminare le bolle d’aria e renderla compatta, spesso con l’aggiunta di chamotte, ottenuta dalla polvere di ceramica cotta in precedenza

Posiamo sul disco del tornio che gira ad alta velocità una palla d'argilla e con la pressione delle mani e un po d' acqua, creiamo un oggetto. Possiamo aiutarci con i ferri per togliere le masse in eccesso e lisciare le pareti. Subito dopo si possono applicare appendici come becchi, anse, decorazioni a rilievo che vengono incollate con la barbottina (argilla liquida). Quando l'oggetto è finito lo lasciamo essiccare per alcuni giorni.



Tecniche di modellazione dell'argilla

L’argilla viene modellata per ottenere le forme desiderate. Le tecniche di lavorazione hanno centinaia di anni e provengono da punti geografici tra i più disparati al mondo, quindi possono essere davvero diverse. Tra le principali modellazioni:

Lastre
Colaggio
Colombino
Stampo
Tornio
Mano libera


Caratteristiche della ceramica


* resistenza al calore

* punto di fusione molto alto

* facilità di lavorazione, che permette la produzione di diverse forme

* durata nel tempo, superiore forse a qualsiasi altro materiale

* facilità di pulizia

* resistenza al fuoco: la ceramica non brucia e non emette alcuna sostanza a contatto con il fuoco

* inalterabilità dei suoi colori a contatto diretto con la luce del sole

* impermeabilità

* resistenza all’umidità

* resistenza al gelo

* resistenza all’abrasione

* resistenza al calpestio

* resistenza agli agenti chimici

* resistenza allo scivolamento

* resistenza alle macchie e all’assorbimento

domenica 4 aprile 2010

Auguri di buona Pasqua 2010


Vorrei farvi i miei più sinceri ed affettuosi auguri per una serena e felice Pasqua estesi anche alle persone a voi care. Vi vorrei  ringraziare per la vostra sempre crescente presenza, che e' fonte di mia grande soddisfazione, grazie di nuovo e auguri!

domenica 21 marzo 2010

Una Pasqua voluta servendo l'antipasto in un piatto di Deruta

La particolarità di questo piatto in stile Raffaellesco è dovuta dai dodici incavi presenti sulla superficie, che servono per adagiare le uova sode e servirle a tavola. In questi piccoli spazi creati appositamente durante la foggiatura dell'argilla, le uova sode intere non si sposteranno, ed inoltre possiamo mettere al centro del piatto una salsa, olive verdi ed altro a nostro gusto.

Io di solito ogni anno (come vuole la tradizione polacca) proprio in questo periodo prima di Pasqua metto al centro i semini di crescione adagiati sul cotone bagnato.

Il crescione ha bisogno solo dell'acqua e cresce in circa 9 giorni, una volta cresciuto si taglia con le forbici e si utilizza come decorazione delle insalate, zuppe e panini. Ha un ottimo gusto con burro fresco e pane.

Creiamo cosi una decorazione per la tavola Pasquale e nello stesso tempo un piatto di antipasti originale, bello ed appetitoso.

IL decoro Raffaellesco

Il decoro Raffaellesco presente al centro del piatto è un classico decoro di Deruta, che è diventato emblema dell'arte derutese e riconosciuto in tutto il mondo.
E' stato impiegato da Raffaello Sanzio negli affreschi delle stanze Vaticane ispirato alla grottesca, nella metà del seicento. Il mio disegno è una rivisitazione di questo decoro, dal quale ho preso spunti. Sono due draghi con dei colori chiari giallo e arancio sfumati con verde ramina, con aggiunta del rosso carminio e blu notte su sfondo bianchissimo. Tutti colori sono apiombici, quindi non tossici e adatti per gli alimenti.

Il decoro Raffaellesco lo potete copiare dalla foto, oppure richiedermi lo spolvero, già pronto per appoggiare sull'oggetto da pitturare.



Proponuje ciekawe miejsce na jaja i rzezuche:

sabato 13 marzo 2010

Dipingere le uova di ceramica per Pasqua

L'usanza di colorare le uova risale ad epoche remote. Come è dimostrato dai materiali archeologici, l'uovo di Pasqua, in passato aveva forte legami con la magia e le credenze popolari. Svolgeva un ruolo significativo come simbolo di fertilità, nuova crescente vita ed anche nelle credenze religiose come simbolo di resurrezione. In molti popoli di diversi continenti le uova erano utilizzate nei diversi trattamenti per proteggere l'individuo contro il male generale e a rafforzare le energie vitali.

Le prime uova di Pasqua sono state trovate durante gli scavi nella Mesopotamia. Dipingere le uova era noto all'epoca dell'Impero Romano.

In Polonia un tempo era molto popolare un gioco con le uova dipinte. Questo gioco, denominato "wybitki" consisteva di colpire con il proprio uovo, l'uovo dell'avversario - vinceva quello che rompeva l'uovo per primo. Oggi invece nel mio Paese e' molto sentita l'usanza di dipingere le uova sode il Sabato Santo, sopratutto dai bambini. E' il simbolo di buon auspicio e fertilita', ed anche un divertente giocco. Le uova dipinte, insieme con atro cibo venivano poi messe nei cestini ben addobbati e portati in Chiesa per la benedizione. La domenica di Pasqua questo cibo viene diviso e consumato a pranzo da tutti i familiari. Il lunedì di Pasquetta i giovani, secondo un antico rito di fertilità, spruzzano le ragazze con l'acqua di sorgente.


Non e' difficile dipingere le uova e lo possono fare tutti per la gioia di creare insieme. Potete procurarvi un biscotto ceramico già smaltato e pronto per dipingere e creare dei decori a mano libera a vostra scelta. Con una semplice macchiolina gialla e qualche puntino nero e marrone potete reallizzare un bel pulcino dipinto in mezzo ai fiori o le palme di Pasqua. Usate dei pennelli piccoli e tondi, meglio un pennello diverso per ogni colore. Potete usare anche i colori a freddo, cosi l'ogetto non necessità dell'ulteriore cottura. Le pennellate devono essere veloci e leggere e non bisogna passare il pennello piu' volte nello stesso punto. Si devono vedere ben chiare, precise e morbide pennellate.
Buon divertimento!

martedì 9 marzo 2010

Elenco di materiali e atrezzature per lavori ceramici (parte seconda)


Materiali per la decorazione della maiolica.
Biscotto ceramico
Vari tipi di oggetti che hanno avuto la prima cottura e sono pronti per la pittura, anche senza ulteriore smaltatura.

Bisturi
Il coltellino e la punta del manico del pennello, servono a fare dei ritocchi e cancellazioni delle parti sbagliate
, e  a togliere l'eccesso di smalto sui bordi. Troppo smalto potrebbe provocare non desiderati spostamenti del colore (aloni)  dopo la seconda cottura.
Pennelli
Dal sottile per i dettagli al largo per ampie passate di colore, e dai tradizionali penna d'oca particolarmente indicati per la decorazione a terzo fuoco, ai morbidissimi pelo di martora. Vi consiglio di avere una buona gamma di misure e consultare un : Tutorial su i pennelli piu' adatti alla pittura della  ceramica.

Contenitori
Ciotoline, piattini e mattonella di ceramica  per i colori. Contenitore di plastica grande per lo smalto dove immergiamo i nostri oggetti.

Colori
Articolo correlato: L'arte di capire i colori per la ceramica


Matite
Matita H7, serve per tracciare i punti cardinali, misure e distanze del decoro. Si fonde nel forno. Invece le matite colorate hanno l'aspetto di un gessetto cilindrico e sono impiegate nella tecnica decorativa sottocristallina direttamente sul biscotto ceramico e si prestano al tratteggio e alla sfumatura.
 
Cristalline
Rivestimento colorato, ma non completamente coprente, che offre l'opportunità di ottenere lo scopo mantenendo così la trasparenza e la possibilità di decorazione sotto vernice.

Sostenitore di legno
Serve per appoggiare gli oggetti piatti durante la pittura. Per evitare i graffi  dello smalto presente sugli oggetti, va coperto con un straccetto morbido
.

Ingobbi
L'aspetto degli engobbi è gelatinoso, si applicano ad immersione o a pennello.

Carta lucida
Sottili fogli di carta trasparente
(lo spolvero), che servono per trasferire i disegni originali sugli oggetti da dipingere. Sulla carta viene disegnato e copiato il soggetto desiderato e poi buccherellato con un ago sottile. La carta si appoggia sulla superficie morbida come lo scottex.

Torniello
Serve per appoggiare gli oggetti durante la pittura e filettatura. Per sapere come fare i filetti sul torniello, leggete l'articolo:
Filetti
 
Puppatella
Un battufolo fatto con vari strati di cotone, contenente la polvere di carbone, con il quale si batte sulla carta lucida. La polvere di carbone entra nei buchini del disegno lasciando la chiara traccia sull'oggetto pronto da dipingere. Si fonde nel forno. Per fare questa operazione si consiglia usare sul viso una mascherina.


Spugna
Materiale ideale per assorbenza e struttura, per ottenere effetti speciali o una copertura uniforme. Serve anche a togliere lo smalto in eccesso dalla parte della base dell'oggetto, subito dopo averlo tolto dallo smalto.

MANUALI  DI  CERAMICA
Wijmans-Dillen "Tecnica della Ceramica"
F. Francesconi "Ceramica è facile! "
T.Battaglini "Dipingiamo la ceramica "
B. I. Scotti "Mauale del Ceramista"
P.D. Johonson "Modellare la Creta "
"La Maiolica tradizionale di Montelupo Fiorentino "
S. Mattinson "Ceramica"
M. Chappelhow "L'uso del tornio in ceramica"
J. Atkin "Lavorare la ceramica a mano"


Articoli correlati:
Elenco di materiali e atrezzature per lavori ceramici ( parte prima)





sabato 6 marzo 2010

Elenco di materiali ed atrezzature per lavori ceramici (parte prima)

Vorrei presentarvi un elenco completo dei materiali per il lavoro della ceramica suddivisi in :
1)Attrezzature per lavorare l'argilla.
2)Materiali per la decorazione della maiolica.

            ATTREZZATURE  PER  LAVORARE  L'ARGILLA
Argilla:
Viene confezionata in pani da 25 chili e possiamo comprarla già pronta per essere lavorata, rossa o bianca.

Utensili per torniante:
Spugnetta, varie sagome in legno, mirette, stecche in legno, ago in alluminio, cavetto in acciaio, raschietto in acciaio e ferri.

 
Tornio : 
Elettrico usato per foggiare l'argilla, come sulla foto oppure puo' essere anche appoggiato sul tavolo.

Smalto:
Il tipo di smalto dipende dal tipo di biscotto che si indende usare e dalla decorazione scelta. Ci sono smalti bianchi e colorati, lucidi e brillanti, matt, pelle d'uovo, craquelè, ad effetto iridescente, antico, rustico, screziato; divisi in categorie piombici e apiombici. Per preparare lo smalto serve: recipiente di plastica, setaccio, densimetro e attrezzo di legno per mescolarlo.


Cabina da spruzzo:
Dove gli oggetti decorati vengono spruzzati con la cristallina per dare la lucentezza ai colori, prima di metterli nel forno.

Pinza
Con la pinza teniamo glli oggetti allo stato del biscotto, per immergerli nel   recipiente con lo smalto. Naturalmente i buchi lasciati dalla pinza vanno coperti con il pennello a mano utilizzando lo stesso smalto.
 
Forno:
Il forno necessita di sostegni, piastre, distanziali, portapiatti, caselle in materiale refrattario, piedini in acciaio e materassino in fibra ceramica biosolubile (vedi foto)


Coni pirometrici: 
Guida per il controllo della temperatura del forno. In caso di necessità della cottura occasionale, si puo' sempre servire di un negozio specializzato della vendita del materiale ceramico.

Trafile e impastatrici:
Ci sono anche impastatrici e degasatrici, dismaltatrici, spinatrici e roller.

Per ulteriori informazioni consultate:
Termini ceramici
                   

lunedì 1 marzo 2010

L'arte di capire i colori per la ceramica

Se vi sembra strano questo titolo, vi spiego subito che i colori per la pittura della ceramica sono particolari, snobbano i pittori alle prime armi, che non riescono a capirli e ad immaginarli. Allora loro per vendicarsi, come i camaleonti nascondono la loro vera natura, cambiando il loro colore nel forno ad alta temperatura, sbuffandoli. 

I colori ceramici si ottengono miscelando uno o più ossidi coloranti con fondenti, plastificanti ed indurenti, tenendo conto delle caratteristiche chimiche del colorante impiegato. Sono mescolabili fra loro, in modo da ottenere una vastità di tinte ed una varietà delle tonalità che potranno soddisfare anche l'artista più esigente.

I colori della serie CSC servono per decorare direttamente sul biscotto. Si applicano a pennello, a spugna, a tampone, ad aerografo   ( vedi:termini ceramici), oppure a schermo serigrafico e vanno quindi ricoperti con una cristallina neutra o leggermente colorata.

I colori della serie CSM si distinguono dai colori sotto vernice perché vetrificano indipendentemente dalla natura dello smalto. Sono applicati a pennello, a spugna, ad aerografo  dipingendo sull’oggetto già smaltato e vengono cotti insieme alla temperatura di 400°C

I colori della serie CAV
Di nuova concezione, completamente apiombici, sono sottoposti a processo di super ventilazione e quindi sono perfettamente miscelabili anche a secco. Possono essere usati come colori sotto cristallina o sopra smalto e particolarmente indicati per colorare smalti bianchi o cristalline neutre.

Quando compro i colori in polvere li metto subito nelle ciotoline con  l'acqua e cosi li conservo. Per pitturare li stendo sul piattino: uso un piattino diverso per ogni colore e per mischiarli ho la mattonella  di ceramica e di solito uso un pennello diverso per ogni colore.


I colorii ottenuti con diversi ossidi metallici, terre e minerali:

Le tonalità verdi - con l'ossido di rame
gialle                  - con l'ossido di ferro, 
azzurri               - con l'ossido di cobalto
bruni                  - con l'ossido di manganese


Una raccomandazione:
Nell'usare i colori bisogna stare attenti a non diluirli con troppa l'acqua, perchè si potrebbero formare delle bollicine o buchi dopo la cottura. Invece il colore usato tropo denso potrebbe provocare delle crepe.


Le cose da sapere per usare bene il colore.
1) La teoria-colori primari, secondari terziari, completari, la ruota cromatica, le tabelle di colori, e i loro nomi
2) Le qualità- chiari, scuri, saturi, insaturi, caldi, freddi, pallidi, vivaci, intensi
3) Mescolare colori- non tutte le mescolanze danno un buon risultato
4) Accostamenti- scegliere le combinazioni giuste
5) Gamme di colori freddi, caldi e contrasti
6) Imparare come schiarire e come scurire colori
7) Conoscere i simboli csc, csm, cav e i nomi dei colori
8) Imparare e ricordarsi come verrà il colore dopo la cottura


Il segreto per ottenere la resa migliore di tutti i colori è tenerli nelle ciotoline di ceramica e mescolarli sempre prima di pitturare e durante il lavoro, perché il colore tende a posarsi e indurirsi sul fondo del recipiente.



Dla zainteresowanych polecam:




giovedì 25 febbraio 2010

Decorazione grottesca nell'Arte della ceramica

Il decoro grottesco viene utilizzato nel Cinquecento e rappresenta figure ibridi, estrose e a volte mostruose collocate in mezzo alle decorazioni geometriche e naturalistiche. L'aggettivo grottesco significa anche strano, ridicolo o deforme. Lo sfondo  di solito viene utilizzato bianco oppure monocromo.
La forma dell'alzatina sulla foto è bella e inponente, ma particolarmente difficile da realizzare. Risulta impossibile fare lo stampo oppure il colaggio dell'argilla. Bisogna foggiarla a mano e poi a parte attaccare i due manici lavorati, sviluppando e creando la loro originale forma di serpente. E' proprio i manici comportano grande difficoltà lavorativa, sia nella loro attaccatura sul corpo del vaso, creazione della forma, che nella successiva cottura. Capita spesso che dopo la seconda cottura i manici presentano delle crepe o addirittura si rompono, annullando tutto il lavoro precedente di foggiatura, prima cottura, smaltatura,  pittura e cristallizzazione.
La decorazione grottesca dipinta sulla superficie con i suoi colori chiari, trasmette la serenità della calda e magica primavera. Guardando bene i due lati dell'oggetto noterete che non sono perfettamente uguali, nonostante abbiano lo stesso decoro. Questa è la tipica caratteristica della pittura a mano. Impossibile ripetere lo stesso decoro in un modo identico. E' questa la vera bellezza e pregio della ceramica dipinta a mano, ben diversa dalla ormai diffusa decalcomania. (Un modo veloce per fare le imitazioni dei decori sia per la ceramica che porcellana ed altro ).
Spesso però  gli oggetti cosi decorati vengono spacciati per dipinti a mano. Quindi non fidatevi degli oggetti senza una firma dietro e per evitare le falsificazioni cercate e chiedete sempre la dicitura presente sull'oggetto: "Dipinto a mano"

Vorrei rispondere alla domanda che ho ricevuto, su come preparare la decalcomania:
È sufficiente immergere la decalcomania in acqua per 30 secondi, e poi spingerla fino a farla scivolare sull’oggetto da decorare. Attendere due ore  e procedere con la cottura alla temperatura di un terzo fuoco (780°/820°C). Il risultato che si ottiene somiglia alla decorazione manuale, ma saranno  tutti uguali anche 1000 pezzi trattati in questo modo.
Invece gli oggetti decorati a mano sono pezzi unici perchè hanno:
  •  la tonalita e intensità dei colori differenziata (a volte chiari , a volte più scuri)
  •  la linea del pennello stesa in un certo modo (spesso irregolare) 
  • e perché no -potrebbero avere una caratteristica sbavatura o piccolo difetto
  • tutti hanno la specifica dicitura : "dipinto a mano".

Curiosita':
Un occhio allenato trova subito i difetti che la decalcomania provoca: spesso la linea del pennello presenta dei piccoli strappi o mancamenti impossibili da fare con il pennello a mano.


Articoli che vi possono interresare:
Ricco Deruta nell'arte della decorazione ceramica
L'Arabesco nell'arte della decorazione ceramica
Il decoro raffaelllesco nell'arte della ceramica

Dla zainteresowanych polecam mój nowy blog w j. polskim:
Artystyczna ceramika itliana Marta

domenica 21 febbraio 2010

L'Arte per segnalare il tempo

Quante volte vi siete fermati a pensare di come il tempo passa velocemente, portandovi dietro tutti i ricordi della vita, dall' infanzia, all'adolescenza, fino ad arrivare nel preciso momento in cui vi siete fermati a pensare.

Ecco questo è capitato alcuni giorni fa a me, la cosa che mi ha più colpito è stato che stranamente in tutte queste fasi della mia vita ciò che la mia mente mi ha ricordato tra tutte le vicissitudini belle e meno belle è che c'era sempre un orologio di ceramica che ho dipinto molti anni fa, insieme con il mio maestro di ceramica, che ha scandito tutte le ore della mia esistenza e che ancora continua poichè oggi è situato in cucina della mia casa e continua inperterrito a scandire la vita anche dei miei figli.

Pensate un attimo a quanto vi ho detto perchè sicuramente riuscirete a capire l'importanza culturale e di memoria storica che ha un semplice orologio in una famiglia quando e' legato a un evento particolare o un caro ricordo.
Il tempo che un artista dedica alla realizzazione di un orologio, come anche un qualsiasi oggetto, gli viene ripagato dal fatto che la sua immagine rimane legata nel tempo che lo stesso scandisce, giorno dopo giorno, negli anni e negli secoli fino quando esistera', prima di essere messo da parte da un ignorante d'arte.

Fino ad oggi ho dipinto tanti altri orologi da muro e da appoggiare sul mobile, ma naturamente non hanno per me un significato cosi vivo e legato ai particolari ricordi.




Quello che ho cercato di trasmettervi fino ad ora e' la vita di un artista legata all'oggetto che ha realizzato, invece ora vorrei parlarvi di cio' che avviene in frenetico tempo reale su twitter, dove potete comodamente seguire i miei aggiornamenti. E' un microblogging facile e utile, che sta prendendo sempre più piede nel mondo del web.
Wszystkich zainteresowanych zegarami ceramicznymi zapraszam na moją nową strone: 
Ceramika italiana Marta



venerdì 12 febbraio 2010

Puoi centrare un cuore regalando un centro tavola

Un po' di tempo fa ho avuto una richiesta specifica  per un centro tavola importante per una  occasione altrettanto importante. E tutto sarebbe stato perfetto se solo la persona in questione fosse stata decisa su quale forma, quale grandezza, quale decoro, insomma a quale genere di manufatto di ceramica era interessata. Lei ha visto parecchi  miei decori dipinti e gliene piacevano tanti, allora mi ha detto: mi affido alla tua creativita' per la scelta del decoro e dei colori, l'importante che stia bene su un tavolo marrone in una cucina rustica con degli acesori arancioni. Al momento non sapevo cosa scegliere, ma poi l'idea mi e' venuta all'improviso. Il risultato lo potete vedere sulla prima foto.
Le mie idee migliori arrivano sempre come un fulmine, nei momenti imprevedibili, quando non me l'aspetto e quando faccio le cose che non hanno niente a che fare con l'arte!  Credo che la stessa cosa capita anche in tanti altri settori della vita. Succede cosi anche a voi? 

Nella seconda foto ho voluto ingrandire la decorazione centrale del piatto. Spero che queste immagini saranno di ispirazione per tutti coloro che vogliano copiare questo particolare motivo. Stampate il disegno nella grandezza desiderata sul foglio, appoggiate sopra la carta lucida, sotto, un po' di scottex e buccherellate tutto con un ago. Otterrete in questo modo lo spolvero che servira' per copiare il disegno direttamente sul piatto oppure un altro oggetto anche di forma diversa da voi scelto. Volendo, il modello lo potete utilizzare anche in altre espresioni creative come il decoupage.
Per saperne di piu' sulla technica dello spolvero leggete questo articcolo: 
Se invece non avete il tempo per farlo e vi interessa, potete richiedermelo gia' pronto.Per non perdere i prossimi articoli ed essere sempre aggiornati, iscrivetevi al feed del mio blog.

             Sercem malowane
Jakiś czas temu poproszono mnie o wykonanie dużego ozdobnego talerza, na specjalna okazję który miał pasować do dużej rustykalnej kuchni z kominkiem. I wszystko byłoby dobrze gdyby nie to, że osoba zainteresowana była zupełnie nie zdecydowana co do kształtu, wielkości, koloru i typu dekoracji,  jakie chciałaby zamówić. Wcześniej widziała wiele moich wyrobów i podobały jej się różne formy i wzory, ale wolała coś nowego i nie umiała się zdecydować. Przyszła do mnie i mówi: Spuszczam się na Ciebie, rób co chcesz, na pewno wymyślisz coś ładnego! No ładnie, pomyślałam...przecież nie mam żadnej idei! Bałam się, że jej się nie spodoba, ale zaryzykowałam i udało się - efekt widać na zdjęciu.

A z pomysłami  na wzory ceramiczne, jest u mnie tak, że przychodzą w najbardziej nie oczekiwanych momentach, gdy myślę i robie zupełnie coś nie związanego ze sztuka. Ciekawe czy zdarza się to również i Wam, w innych sytuacjach życiowych?

Na drugim zdjęciu widać powiększony element środkowy talerza, który możecie skopiować w dowolnej wielkości, 
zrobić kalkę i wykorzystać jak chcecie np.: zmienić kolory, kształt  lub zastosować nawet w decoupage. Spróbujcie i napiszcie do mnie o Waszych pracach, pomysłach lub może jeśli macie jakieś pytania.

domenica 7 febbraio 2010

Hey, fermati a prendere un caffe' con la tazza dipinta da me!





L’arte di preparare il caffè e' un rito importante dall’inizio alla fine. Da secoli si è soliti prendere una tazza di caffè insieme ad altre persone per socializzare, Non e' una bevanda indispensabile e necessaria per la nostra esistenza, e' solo un piacere, allora concediamoci questo  momento di piacere come Dio comanda: in un contenitore degno della sua bevanda. Non beviamola  in fretta, in piedi e quel che e' peggio: in un  bicchiere di plastica che ci cambia il sapore. Scegliamo una bella tazzina di ceramica dipinta a mano che oltre ad esaltare il gusto  ne mantiene il calore e profumo.
Ho collezionato tantissime tazze e tazzine di ceramica, con vari colori e stili, ma questo servizio  di sei tazzine con il vassoietto è il mio preferito.
E' il classico decoro di Deruta, chiamato "Raffaellesco" con i suoi piccoli draghi gialli e con i tipici cinque colori usati: giallo, arancione, rosso carminio, verde ramina  e blu.
Le tazzine sono state dipinte direttamente sul tornio, a mano libera, senza uso dello spolvero e sono firmate dietro:
Dipinto a mano, Deruta.
Marta.
Cosi non potrete trovare mai due tazzine con il decoro completamente identico.
Tutti gli oggetti piccoli come anche le bomboniere, proprio per le loro dimensioni (scomode da dipingere) si devono lavorare direttamente sul tornio senza uso  degli altri appoggi.

Provate anche Voi a  divertirvi con la ceramica. E' un hobby alla portata di tutti, che con un po' di esperienza e di pratica può dare a chiunque molte soddisfazioni. 




   Zaproszenie na aromatyczną kawę w pięknej ceramicznej filizance
Od wieków delektujemy się kawą, podczas naszych spotkań towarzyskich i bez okazji. Choć nie jest ona napojem, bez którego nie można żyć, niektórzy nie umieją bez niej rozpocząć dnia. Jej aromat  potrafi dodać energii i wprawić w dobry nastrój. Działa pobudzająco i orzeźwiająco oraz przyśpiesza przemianę materii i zwiększa sprawność myślenia. Żeby spotęgować  jej walory, trzeba oczywiście najpierw wybrać odpowiadajacy nam smakowo gatunek, prawidłowo ją przyrządzić i w końcu  odpowiednio zaserwować. Proponuje więc podać nasza wspaniała używkę w  klasycznym, eleganckim  ręcznie malowanym servisie ceramicznym. Picie kawy w szklance nie jest już w modzie. Muszę przyznać, że od lat kolekcjonuję filiżnki do kawy w  różnych kolorach i stylach i nie koniecznie w całych kompletach. To moja słabość.  Mam ich już sporo, ale ten komplet ze zdjęcia jest jednym z moich ulubionych. To klasyczny serwis we włoskim stylu "Raffaellesco" do małej i mocnej, kawy expresowej, w jasnych, ciepłych kolorach: żółtym, pomarańczowym, czerwono-brunatnym, zielonym i granatowym.
Do malowania filiżnek potrzebne mi bylo koło garncarskie i bardzo cienkie pędzle.
Filiżnki oraz inne małe przedmioty musimy malować wyłącznie na kole, bez używania kalek ani dodatkowych podstawek, dlatego  wzór nigdy identycznie się nie powtórzy. Ale właśnie to jest ciekawe i niepowtarzalne w pracy z ceramiką. Wy tez możecie tego spróbować. Jestem pewna,  że przy minimum praktyki i cierpliwosci, "zabawa z ceramiką" może dać każdemu dużo satysfakcji. 

venerdì 29 gennaio 2010

Piatti di portata

Il motivo del disegno che ho realizzato per questi piatti si ripete su tutta la loro superficie. Richiede simmetrica e precisa collocazione su tutto il piatto, ed è importante prima di dipingere, pianificare bene il lavoro. Quindi per facilitarci, possiamo benissimo servirci di uno spolvero preparato precedetemente. Facendo questa operazione possiamo essere sicuri che il nostro disegno sarà distribuito in modo omogeno, su tutta la superficie dell' oggetto da dipingere. Vi ricordo che lo spolvero è un disegno bucherellato, fatto sulla carta lucida, che battuto con un batuffolo contenente la polvere di carbone, lascia i contorni del disegno sulla superficie smaltata della ceramica. Questo e tutti gli altri miei disegni sono pronti da spedire e potete richiedermeli. Niente paura per i segni lasciati dal carbone, si fonderanno nel forno. Dopo che ho fatto lo spolvero, quindi la tracia del decoro,  procedo con la pittura. I colori che ho usato sono solo quattro: giallo,arancio castello, rosso selenio e blu CSM1.

Si incomincia con i contorni blu, si riempie di giallo sfumato con il arancione e alla fine si copre tutto lo spazio rimanente con il fondo rosso. Naturalmente l'oggetto è stato prima smaltato con lo smalto bianco.

Se cercate dei pennelli giusti, potete trovare una descrizione dei pennelli nell'articolo dedicato ai miei strumenti di lavoro:

 
Questo tipo di decoro nella sua semplice eleganza, si addice bene anche per tutte le altre piccole e grandi forme di ceramica, come brocche, vasi, alzatine ecc. Lasciate alla fantasia di decidere. Quale'è la vostra scelta?

Półmisy ceramiczne
Motyw wzoru, który prezentuję na zdjęciach, powtarza się na całej powierzchni talerzy. Musi być rozplanowany w sposób symetryczny i precyzyjny, dlatego by ułatwić sobie pracę, można najpierw przygotować kalkę. Kalka to nasz precyzyjnie dziurkowany kontur rysunku, który nakładamy na powierzchnię talerza i "pudrujemy" pyłem węglowym. Nie musimy się obawiać o pozostawione ślady po  węglu, bo zostaną one całkowicie wypalone w piecu. Używajac kalki na szkliwionej powierzchni naszego przedmiotu, możemy być pewni, że nasz rysunek będzie rozmieszczony dokładnie i symetrycznie. Mój namalowany wzór, mimo tego że nie jest  bogaty kolorystycznie, to robi duże wrażenie, jest elegancki i znakomicie nadaje się do dekoracji wielu innych  form przedmiotow ceramicznych, jak np.wazy, salaterki, wazony, dzbanki lub talerze ścienne. Do malowania użyłam tylko czterech kolorów: żółtego, pomarańczowego, czerwonego i granatowego. Zaczełam od obrysowania granatem konturów, po czym wypełniłam środek wzoru kolorem żółtym, wycieniowałam pomarańczowym, a w końcu wypełniłam pozostałe wolne miejsca na czerwono. Oczywiście talerze przed rozpoczęciem malowania pokrywa się białym szkliwiem do ceramiki.

Żeby zobaczyć pędzle które używam do malowania moich prac zajrzyjcie do mojego artykułu:

Wszystkie malowane przezemnie przedmioty oraz odpowiadające im kalki, można u mnie zamawiać. 
   

ShareThis