sabato 3 ottobre 2009

Ammiratore silenzioso

                                                            


Profittando delle ultime calde giornate di ottobre dipingevo all'aperto sul terrazzo un grande piatto di diametro 52 cm, con la frutta, verdure, fiori e farfalle, sentivo la musica e anche...lo sguardo di qualcuno che mi osservava. Mi sono girata e ho visto due grandi occhi verdi che mi fissavano, ma non ero tanto sicura se Lui era sorpreso nell vedere me oppure aveva voglia di assaggiare la frutta del mio piatto:)

La sua curiosita' mi ha cosi distratta che per sbaglio ho immerso il pennello, tra le tante tazzine di ceramica che uso per i colori, proprio in quella dove c'era il caffè che stavo bevendo. Quando mi sono accorta di cio', ho riso e ho fatto cadere il pennello per terra. Il rumore ha rotto l'intensita della bella sorpresa dell' incontro e il mio timido ammiratore si e' spaventato. Il lucertolone e' scappato cosi veloce di come e' arrivato. Forse lo potrei dipingere, aggiungendolo tra la mia frutta e verdura sul piatto? Ci stara' bene?

Come vedete sul piatto c'e' ancora un po' di spazio, anche se ho gia' fatto lo spolvero dove ho programmato tutti gli elementi del decoro.

Lo spolvero e' un disegno fatto sulla carta lucida e bucato finemente con un ago, che si appoggia sul piatto e si batte con un batuffolo contenente carbone per ottenere i contorni del disegno. Come prepararlo, lo trovate nell'articoli:
Con il tempo ho preparato una bella collezione degli spolveri pronti da usare con gli svariati disegni. Se siete interessati, scegliete un disegno che vi piace tra gli oggetti che avete visto nelle mie pagine precedenti e io vi spediro' lo spolvero già bucato e con il disegno che avete scelto.

Non vi perdete il prossimo articolo dove vi faro' vedere il piatto pronto, solo appena sara' finito e cotto.






Cichy admirator

Wykorzystuję już chyba ostatnie cieple słoneczne dni, żeby malować na tarasie. Własnie kończyłam ogromny talerz z owocami, motylami i warzywami, kiedy poczułam za plecami czyjś wzrok. Odróciłam się i zobaczyłam  duże zielone oczy  i szczupłą, gibka sylwetkę. Wydawało mi się że oniemiał na mój widok, ale  może po prostu  miał ochotę sprobować moich owoców z talerza:)
Ten niespodziewany gość mnie na tyle rozproszył, że pomieszały mi się ceramiczne miseczki z farbami, których używam do malowania i zamiast  w miseczce z farbą umoczyłam pędzel w kawie. Oczywiście zaraz się zorientowałam i śmiejąc się niechcący upuściłam pędzelek na podłogę. Spadający pędzel i mój śmiech przerwał blogi stan miłego zaskoczenia i śmiertelnie przestraszył  mojego pięknego obserwatora jaszczura, który natychmiast falująco zniknął. Myslę sobie jednak, że jeszcze wróci ...a wtedy może namaluję go na pustym miejscu na moim talerzu.



6 commenti:

  1. Ma che simpatico racconto!!! Che bello avere un ammiratore mentre stai creando!!!! Secondo me se lo merita proprio di essere dipinto, chissà se si metterà in posa...!!!!
    Un bacione Martinia, e tantissimi complimenti, il piatto è uno spettacolo!!!
    Buona Domenica, ciao
    Maria Rosa

    RispondiElimina
  2. ....allora? quand'è che potrò ammirare...il lucertolone????

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo con PuntoCroce e arcobaleno, però in definitiva...siamo tutti tuoi ammiratori silenziosi!! (e nemmeno tanto silenziosi per la verità!). Il piatto è magnifico; la foto con i tuoi attrezzi del mestiere sembra un dipinto iperealista...bellissima!

    RispondiElimina
  4. Sono contenta che vi e piaciuto il mio racconto di quello che mi e' successo!:) Il lucertolone purtroppo non e' piu' tornato, mi sa che non si voleva mettere in posa, forse meglio cosi, perche' cosa facevo se per caso li veniva voglia di scombussolare tutta la composizione, schiacciare i fiori, mangiucchiare la frutta oppure spaventare le farfalle?:)
    Grazie per i commenti, anch'io vi ammiro, carissime!:))

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

ShareThis