martedì 30 giugno 2009

I papaveri a tavola

Ho pensato di realizzare un set completo di piatti da tavola e da portata e ho scelto un decoro estivo con dei papaveri e girasoli con delle tonalità calde, colori acesi e brillanti. Come vedete dalle foto la forma può essere di due tipi: tonda e angolare. Tonda comprende oltre al piatto piano piccolo e grande un piatto a forma di ciotola, particolarmente comodo oltre per la pasta, per le zuppe. Per realizzare questo decoro ho addatato una tecnica di pittura diversa da quella che uso di solito. Mentre con disegno classico raffaellesco, incominciavo con i contorni, poi riempivo di colore le superfici e finivo il tutto con le sfumature, con questo decoro il procedimento è praticamente il contrario.

Osservate la prima foto: dopo che ho programmato il disegno sulla superficie, aiutandomi con lo spolvero, ho incominciato con petali dei papaveri riempiendoli di colore rosso e poi sfumandoli con il marrone e rosso mandarino. Alla fine ho incontornato tutto con il nero. Lo stesso modo ho fatto i rami e le foglie, aggiungendo punti luce con il bianco. Di solito non uso il bianco, ed incomincio a pitturare con i colori chiari e proseguo con i più scuri. Faccio cosi perché i colori per la ceramica non sono totalmente coprenti e quindi traspare sempre un po' di colore di fondo. Per questo decoro invece, ho usato i colori chiari sopra a quelli scuri. Venuto fuori un effetto particolare, direi perfetto!

Importante mescolare spessissimo i colori , soprattuto il rosso, altrimenti non rendono ed oltre bisogna usare una giusta quantità di acqua.Naturalmente più acqua aggiungiamo più otteniamo il colore diluito e schiarito. Bisogna stare attenti di non usare il pennello troppo inzuppato in acqua, perché dopo la cottura possono venire fuori le bollicine bianche. Invece quando è troppo asciutto e il colore troppo denso, potrebbero formarsi delle crepe. Adesso fa molto caldo e la superfice risulta parecchio asciutta e polverosa, quindi per renderla meno ruvida e più morbida in modo che il pennello scivola meglio, la si può spruzzare prima di pitturare con acqua.

La difficoltà esiste nel manovrare i grandi piatti da portata, quelli che devono essere dipinti da per tutto, perché i colori sono molto delicati e si rovinano solo toccandoli con le dita. Ecco perché appoggio tutti i oggetti su un sostegno di legno ricoperto di un morbido strofinaccio. Si deve dipingere prima dentro e poi fuori, e se capita di rovinare il bordo, prima ancora di pitturare, bisogna intervenire con pennello, facendo un ritocco con lo smalto.
Vorrei segnalarvi una cosa importante: per i servizi da portare a tavola uso solo i colori, lo smalto e le cristalline senza piombo, quindi non tossici.
Sono di ottima qualità, non cambiano nel tempo, neanche con uso della lavastoviglie e direi che rendono le nostre pietanze più appetitose!
Trovate interessanti anche gli articoli su :

come preparare lo spolvero

come realizzare un decoro raffaellesco

come scegliere i pennelli migliori


come procedere con la cottura

martedì 23 giugno 2009

Votare e crescere su diggita.

Da quando ho incominciato a raccontare la mia passione per arte ceramica, avevo bisogno della publicita' per far conoscere il mio lavoro da piu' persone. Questa possibilita' mi ha offerto il diggita.it.

Diggita.it è un social news rating italiano, dove tutti gli iscritti possono inserire notizie, video, podcast e vederli pubblicati immediatamente nel sito che poi vengono votati ed i più votati salgono fino alla prima pagina. L’interfaccia utente è molto agevole da consultare, ci si trova scritto ogni particolare della nostra presenza e del nostro agire all’interno del sito. Utilizzando il link comodamente inserito nella toolbar del broswer è possibile aggiungere nuove notizie nella categoria prescelta in modo assai veloce.

Da quando ho iniziato ad inserire su diggita i miei articoli specifici, su come realizzare i oggetti di ceramica artistica, ho potuto verificare importante aumento dei visitatori e commenti dei lettori interessati alla mia arte, a quali vorrei ringraziare moltissimo.
Spero di poter contare su i vostri voti …basta cliccare sull’apposito bottone.

Oltre a fornire nuovi contenuti da pubblicare su diggita.it, ho aderito alla possibilità di guadagnare con adsense all’interno del portale. E’ facile compilare adeguatamente i dati richiesti e fare in modo che Adsense di Google deduca i ricavi a mio nome, basta andare in questa pagina dove è tutto spiegato passo a passo.

Un forte contributo a questo risultato lo devo di sicuro alla costante azione nel pubblicizzare i miei articoli su diggita.it (un portale di social bookmarketing che proprio in questi giorni compie due anni di vita).



Glosowac i rozwijac sie z diggita.

Na sukces bloga wplywa wiele czynnikow. Jednym z nich jest stala reklama w portalach social bookmarket.
Jednym z wazniejszych jest diggita, w ktorym jestem zaangazowana od poczatku tego roku.

Moj blog "Ceramica che passione" istnieje juz od 8 miesiecy. Od kiedy zaczelam opowiadac o poszczegolnych etapach tworzenia ceramiki, zauwazylam rosnace zaciekawienie tym tematem, co widac w coraz wiekszej ilosci wizyt, komentarzy oraz pytan i zainteresowania ze strony czytelnikow z roznych stron swiata. To dla mnie duza satysfakcja i motywacja do dalszej pracy...... wszystkim serdecznie dziekuje!

Tak wiec, na pewien sukces mojego bloga napewno miala wplyw stala reklama moich artykulow w diggita, ktory wlasnie w tych dniach obchodzi swoje drugie urodziny. Jest to portal bardzo latwy dla kazdego uzytkownika, mozemy do niego zalaczyc nasz link, w wybranej kategori, na ktory czytelnicy moga glosowac. Mam nadzieje ze moge liczyc na wasze glosy....wystarczy kliknac w odpowiedni guzik.

Oprocz stalej oferty najnowszych informacji, diggita oferuje rowniez mozliwosc zarobku z AdSense Google, trzeba tylko sie zarejestrowac. Szczegoly znajdziecie na tej stronie.

Musze przyznac, ze odkrycie diggita bylo dla mnie mila niespodzianka. Zawsze znajduje tu ciekawe artykuly, na ktore czesto oddaje moj glos. Z mojej strony diggita, moge zajrzec do wszystkich interesujacych mnie kategori, w pierwszej kolejnosci. Dzieki temu jestem zawsze poinformowana o wszystkim co sie dzieje w interesujacej mnie blogosferze.
Tak wiec ze wzgledu na wiele zalet, latwosc obslugi i uzytecznosc, diggita moge smialo polecic wszystkim uzytkownikom web.


domenica 21 giugno 2009

Un gioiello che nasce dalla terra

Se vuoi stupire la Tua Lei con un gioiello originale e prezioso, be questo e' proprio quello che cerchi. E se mi chiedi perché un pezzettino di terra, diventato ceramica dovrebbe mai essere prezioso, ti spiego subito. Dietro a queste minuscole palline di bellissimi brillanti decori vari, c'e' tanta conoscenza, esperienza, pazienza, pratica e creatività. Ogni pallina e unica non ripetibile, dipinta con tanta precisione e cura. La lavorazione non e' semplice per i oggetti di cosi piccole dimensioni. La superficie non permette di sbagliare e neanche di aiutarsi con il disegno con lo spolvero. Qui non si può ripassare sulla stessa pennellata e non si può cancellare le imperfezioni. I pennelli devono essere di buona qualita' e molto sottili, le pennellate veloci ma precise e i colori ben diluiti e amalgamati. Tutto questo si fa perché il pennello impregnato di colore appena viene appoggiato sullo strato di smalto è quasi subito assorbito e potrebbe non scivolare facilmente. Questa difficoltà viene superata con la pratica ed è anche uno dei fattori che rende la ceramica decorata a mano più pregiata.

Per poter pitturare questi ciondoli comodamente, abbiamo bisogno di un sostegno particolare appuntito che si appoggia sul torniello, in modo da non dover toccare mai l'oggetto con le mani. Dopo la cristallizzazione le palline vanno messe al forno, sempre con il loro sostegno, altrimenti i colori si rovinerebbero. Per sapere i colori piu' adatti che servono per questi decori vi invito a leggere anche questi articoli:
-Immaginare la decorazione
-Colori

Per sapere come avviene la cottura legete anche:
-La seconda cottura
-Il mio piatto e' pronto

Per poter usarle in gioielleria devono essere valorizzate con le collane che possono essere d'oro, argento, caucciù oppure con dei nastri di seta. Quelle più piccole si possono usare come pendenti per gli orecchini o montati su anelli. La loro bellezza racchiude tutta meticolosita' e fatica che l'arte della ceramica richiede.

sabato 6 giugno 2009

Un regalo prezioso



Se volete fare un regalo particolare e prezioso dipinto a mano, direi che un set da tavola per il condimento è proprio un idea originale. Contiene un'ampolla per l'olio, una per l'aceto, contenitori per sale e pepe e un comodo cestino.
Come vedete dalla prima foto tutti i oggetti sono stati appena smaltati e presentano ancora i buchi lasciati dalla pinza usata per tenerli. Allora la prima cosa da afre è chiudere con precisione tutti i buchi con lo stesso smalto, usando un piccolo pennello. Per sapere qual'è il pennello giusto da usare leggete questo articolo:
Tutorial su i pennelli più adatti alla ceramica 



Sulla seconda foto vedete che tuti i pezzi sono pronti per la cristallizzazione e seconda cottura. Ho usato i colori apiombici (quindi non tossici) in polvere diluiti con acqua. Il disegno Raffaellesco ora è chiaro e blando, andrebbe via solo semplicemente toccandolo con il dito, ma quando esce dal forno (come vedete sulla terza foto) splenderà dei bei colori vivaci e brillanti, che non sbiadiscono neanche in lavastoviglie.





ShareThis